Oggi Giovedì 28 gennaio alle 18.30 verrà accesa sulla facciata del Teatro Ariston di via Matteotti, la scultura luminosa creata da Marco Lodola raffigurante il n° 72, relativo all’edizione del Festival in corso.

Sanremo è stata la città che ha dato una svolta alla mia carriera artistica, ho presentato 3 edizioni del Festival, ora tocca al mio amico
Marco Lodola, non presenta Sanremo ma lo “illumina”.
La sua arte fatta di luce darà i colori a questa città che amo come amo le opere di Marco.
Ho conosciuto Lodola grazie a Max Pezzali, un amico che abbiamo in comune, in occasione dell’uscita dell’album “Gli Anni”, è stato un colpo di fulmine (a proposito di luce) e la prima cosa che ho fatto è scegliere alcune sue opere da mettere a casa mia.
Sono malato di novità!

Ecco perché sono spesso ospite del suo laboratorio e la maggior parte delle volte torno a casa con qualche “Ballerina” o un nuovo schizzo al neon.
Mi piace stare con Lodola, con il suo “pessimismo” ottimista E poi con lui si parla anche di musica, della sua grande passione per i Rolling Stones e la chitarra elettrica.
In questo momento il mondo chiede che venga ridotto il consumo di energia elettrica. D’accordo… solo la “luce” di Lodola non va risparmiata, come l’Arte!
Claudio Cecchetto

 

Leave a Reply